Libro

Il libro

L’ospedale che paura!

Questo ospedale non è proprio quello che sembra...non ti sei accorto del bosco? E degli animali? Cosa ci fanno qui? Non c'è da meravigliarsi, anche loro hanno bisogno di cure....

Un libro per vivere meglio l’ospedale

Il Libro “L’Ospedale che paura!” è parte del progetto creativo promosso e sostenuto dall’Ospedale Koelliker con l’obiettivo di rendere la propria struttura un luogo sereno e a misura di bambino. Alcuni reparti sono stati così trasformati in una fiaba illustrata, popolata da animali che, esattamente come i giovani pazienti, hanno bisogno di cure e soprattutto di essere incoraggiati.

Pagina dopo pagina bambini e ragazzi scopriranno la storia di Oscar, la piccola volpe alle prese con la sua prima visita in ospedale. Grazie all’aiuto di Gianni Malanni, un bambino sempre malato che trascorre le sue giornate tra esami e visite, Oscar riuscirà a sconfiggere i suoi timori e lo Spaventatore. Attraverso bellissime illustrazioni e una narrazione costruita per essere divertente e formativa, i piccoli lettori potranno prendere confidenza con il mondo ospedaliero e imparare l’importanza di prendersi cura di sé.

L’intero ricavato dalla vendita del libro sarà devoluto all’Ospedale Notre Dame de la Consolata in Congo e in particolare a “Bolingo”, il progetto della struttura che si occupa di combattere la malnutrizione infantile nella vasta area che circonda il villaggio di Neisu.

“Lui chi?”
“Il mostro tutto nero che fa le boccacce”.
“Lo Spaventatore!”, esclamò Gianni.
“Lo conosci?”, Oscar spalancò gli occhi per lo stupore.
”Certo! Se ne va in giro per l’ospedale a mettere paura.”
“Ma perché?”
“Perché la paura dei bambini, per lui, è buona come la cioccolata. È per questo che racconta quelle cose spaventose, spiegò Gianni.
“E sono vere?”
“Ma no, sono soltanto brutte fantasie. Lo Spaventatore ci soffia dentro e le fa diventare più grandi di quello che sono. È lui quello che ti mette in testa che la puntura farà malissimo, che il dentista è cattivo e ti toglie tutti i denti…”
“Ma io ho davvero paura di queste cose, ammise Oscar.“
“È normale avere paura di quello che non si conosce. Lo Spaventatore lo sa e ne approfitta. Ma se tu l’affronti e impari a capire quello che succede dentro il tuo corpo, sarai più forte e il mostro ti lascerà stare.”

Insieme per combattere la malnutrizione infantile

L’Ospedale Notre Dame de la Consolata di Neisu è un’opera sociale dei Missionari della Consolata, diventato negli anni un punto di riferimento sanitario per la zona di Isiro in Congo. L’ospedale si concentra sulla cura, sulla prevenzione, e sulla promozione delle buone pratiche igienico-sanitarie attraverso servizi ambulatoriali di medicina interna, pediatria, ostetricia, ginecologia e attività chirurgiche.

A causa della malaria endemica, della tubercolosi, dell’HIV-AIDS e delle infezioni, la malnutrizione è ormai un problema di salute pubblica nell’area servita dall’Ospedale, che per combatterla garantisce due pasti al giorno a tutti i bambini ospedalizzati, malati di tubercolosi o affetti da HIV-AIDS. Il progetto, chiamato “Bolingo” offre inoltre assistenza ai bambini in stato di malnutrizione moderata, e ai piccoli rimasti orfani di madre.