A quale altitudine posso portare il mio piccolino?

È una delle domande classiche al Pediatra e al Neonatologo

Risponde il Dott Mario F. Frigerio, Neonatologo e Pediatra:

“Innanzitutto sfatiamo un luogo comune: i bambini SANI possono andare ovunque: al mare, in montagna, al lago, ecc. e anche… in aereo.
In montagna: nessun problema ad andare, anche solo per il weekend, nelle classiche cittadine di villeggiatura: Bardonecchia, Sestriere, Courmayeur o Cortina vanno benissimo
Si possono raggiungere con un normale viaggio in auto, senza bisogno di fare soste per acclimatarsi. Insomma entro i 2000 metri: “no problem”!

Se invece portiamo, in giornata, il nostro bambino al Rifugio Torino sul Monte Bianco a 4000 metri, non gli facciamo certamente un piacere. Gli facciamo vivere un disagio, da rapida escursione di altitudine, che lo renderà nervoso, irritabile, più torpido e facile al pianto. E anche noi stessi forse avremo un po’ di mal di testa.
Nulla di tutto ciò, però, compromette significativamente la salute! Semplicemente esponiamo il bambino ad un disagio che non si merita.

Invece per alcuni bambini MALATI l’altitudine (montagna o aereo) può essere realmente controindicata: sono i bambini cardiopatici, o ex prematuri estremi con patologia polmonare cronica (Displasia Bronco Polmonare).